venerdì 5 aprile 2013

La carica delle 101 Idee per una PA migliore


Nel settembre 2011 FORUM PA ha lanciato il contest "La tua idea per una PA migliore" che in poco meno di due mesi ha raccolto oltre 200 proposte a dimostrazione di come per la PA sia possibile, e per molti versi necessario, instaurare un nuovo rapporto con i cittadini finalizzato a creare innovazione e cambiamento attraverso il coinvolgimento diretto dei cittadini stessi.

Il contest on line è rimasto aperto fino al 15 novembre e 462 persone hanno risposto all’invito a partecipare alla costruzione di una PA che funzioni meglio e costi meno.

Di seguito ripropongo le mi idee, ma se voleste leggere tutti gli interventi, potete leggere scaricare tutto il pdf seguendo questo link:

http://saperi.forumpa.it/story/65870/la-carica-delle-101-idee-una-pa-migliore

martedì 2 aprile 2013

Innovare in Italia nel 2013




La nostra Italia ha bisogno di una "ripulita generale". E chi non è d'accordo probabilmente ha una benda sopra gli occhi.

Tralasciando i molteplici - forse troppi - settori nei quali ci dovrebbe essere questa "pulizia", mi concentro brevemente sulla Pubblica Amministrazione.

Negli ultimi mesi ho cercato di scoprire se esistessero dei canali adeguati affinché le persone che avessero qualcosa da proporre in termini di innovazione potessero fare sentire la propria voce, le proprie idee.

Devo dire - e meno male -, che non ho trovato il deserto assoluto.

Due tra tutte mi hanno colpito positivamente:

Lo spazio creato da InnovatoriPa nel website www.innovatoripa.it è il primo di questi.

Attraverso la partecipazione su base volontaria e gratuita di chiunque voglia partecipare  offre la possibilità di segnalare notizie, postare articoli o creare gruppi.
In realtà, per ora, non è altro che una grande vetrina di segnalazioni su iniziative degne di comparire in un sito  come questo.
Gli argomenti su "open data" e "open government" spiccano su tutti gli altri. Ma ciò e normale poiché il progetto è opera di Formez e ForumPA che tradizionalmente amano questi concetti.

Cosa mi piacerebbe vedere su InnovatoriPA?
Che oltre una grande vetrina, diventasse un punto di partenza efficace per creare progetti innovativi che possano essere proposti ai vertici decisionali. Dalla teoria alla pratica.

OpenParlamento è il seguente canale interessante.
Creato dall'associazione openopolis, si definisce come una piattaforma web per informarsi, monitorare e intervenire nei lavori quotidiani del parlamento italiano, con dati ufficiali del Ministero dell’Interno, Camera e Senato.

OpenParlamento aiuta a rintracciare i dati di quello che succede in Parlamento, seguendo passo dopo passo le attività del singolo parlamentare, le vicende del disegno di legge o della mozione. Forniscono aggiornamenti nella pagina personale dell'utente o via email su tutto ciò che viene prodotto in Parlamento a proposito di un determinato argomento: dai rifiuti alla scuola, dall'Afghanistan fino al nostro piccolo comune.

Tutti possono partecipare in maniera gratuita.

Beh, è un punto di partenza. Qualche anno fa non avevamo nulla.
Adesso sta agli innovatori aiutare a moltiplicare le opportunità e promuovere i cambiamenti necessari per innovare in Italia. Ne abbiamo bisogno!

lunedì 1 aprile 2013

Da che parte stai?

Tradizionalmente "per chi si vota" - o per chi non si vota - dipende da diversi fattori.

Può essere per amicizia, per appartenenza sociale, per identificazione politica, per tradizione familiare.

Se volete però sapere a quali partiti siete più vicini in relazione ai problemi e le discussioni politiche attuali, vi consiglio di fare un test di 25 domande che trovate su voi siete qui.

A metà tra il gioco e la realtà, vi può dare un idea per chi dovreste votare, indipendentemente da altre considerazioni.

Ecco il mio risultato:


Il risultato è che dovrei votare per Amnistia Giustizia Libertà di Pannella.
Sono contento con il risultato, anche se ciò non significa che lo abbia votato.
In particolare, penso che in AGL ci sia bisogno di un pò di rinnovamento, sia nelle idee, sia nel definire quali debbano essere le vere priorità in tempo di crisi. 
In passato però, come riformista nell'anima, mi sono identificato spesso con le sue posizioni.

La distanza verso i maggiori partiti è stata la seguente:

Amnistia Giustizia Libertà: 82 punti di distanza
PD: 154 punti
Monti: 243 punti
5 Stelle: 658 punti
PDL: 692 punti
Lega: 739 punti










Il Paradossum


Mattarellum, Porcellum....certo che siamo proprio simpatici noi italiani quando ci inventiamo questi termini.

Ma il "paradossum" è che se siamo al primo posto come creatività, siamo in fondo coda per quanto riguarda la capacità di organizzare, migliorare, decidere.

Qualche esempio?
Basta guardare le ultime elezioni. Da anni il parlamento gira e rigira sulla legge elettorale e agendo contro gli interessi del popolo italiano si rifiutano (o sono incapaci?) di definire una legge elettorale che renda il Paese governabile.

Il nostro sistema di rappresentanza complica a tal punto le cose che per fare modifiche essenziali al nostro sistema legislativo ci possono volere anni e anni per attuare una riforma.

Così non avremo mai uno stato agile, giovane, e che risponde appropriatamente alle necessità dei concittadini.

In quest'ottica mi inchino davanti ad iniziative quali l'open parlamento, iniziativa di dell'associazione openopolis che permette ai cittadini di seguire e partecipare attivamente alle discussioni che riguardano le proposte di legge.