venerdì 1 marzo 2013

Sull'anagrafe unica...


L'Anagrafe centrale richiama un concetto chiaro ed indispensabile: l'Unicità
del cittadino.
Attualmente i nostri nomi, cognomi, date di nascita ed altre informazioni
vengono replicate troppe volte, a volte storpiate o cambiate per errori di digitazione.
Se io nasco una sola volta, perché il mio nome deve essere digitato tante volte
se potrebbe essere "estratto" dall'Anagrafe unica? Perché posso avere la residenza
in due comuni e anche all'estero, se la legge non lo permette? La presenza
di una anagrafe unica impedirebbe tutte queste situazioni di inefficienza:
ogni settore amministrativo avrebbe i privilegi sulle informazioni di propria
competenza, e le inserisce o modifica agganciandosi all'Anagrafe centrale.
I Comuni, ad esempio, sono gli unici che potrebbero modificare dati anagrafici
e di residenza.
Le informazioni sulla patente le possono inserire o modificare solo le motorizzazioni.
Gli uffici periferici che possono aver bisogno di accedere alle informazioni del
cittadino possono farlo solo in lettura, o le possono modificare se sono dati di
propria competenza. Qualche esempio? Se qualche ufficio ha bisogno di
inserire una domanda o preparare un documento, i dati vengono prelevati dall'Anagrafe
centrale senza dover essere ridigitati.
Se vado a vivere all'estero l'ambasciata non mi può iscrivere all'Aire a meno
che il comune non mi cancelli prima dalla Apr.
Basta doppi inserimenti. Se ho bisogno della patente, la motorizzazione
prende i miei dati dall'Anagrafe centrale, senza bisogno di altri certificati e
documenti.
Il medico stesso potrebbe avere un sistema dove specificare che bisogna
portare gli occhiali alla guida, ecc… Le ragioni di una Anagrafe centrale sono
anche a livello di sicurezza. Ad ogni cittadino, inserito finalmente una sola
volta come cittadino italiano, corrispondono quei dati biometrici per il
passaporto.
Già oggi, se disponiamo di un passaporto elettronico, le nostre firme, foto e
impronte digitali si trovano in un data base, e questo è di fatto una parte di
quello che dovrebbe essere l’anagrafe centrale.
Tutti gli uffici amministrativi che vogliono sapere qualcosa su un cittadino
possono così ottenere informazioni solo chiedendole.
Un sistema di questo tipo offre anche più garanzie di controllo, poiché ogni
lettura o modifica di dati viene memorizzata in un log.


---------------------------------------------------------------------------------------------

I miei interventi tratti da
La carica delle 101 - Idee per una PA migliore" - FORUM PA EDIZIONI, marzo 2012.

0 commenti:

Posta un commento