venerdì 1 marzo 2013

Sportelli virtuali



Come diminuire l'afflusso della gente nei comuni e nelle istituzioni? Un modo è quello di
dargli la possibilità di ottenere ciò che vogliono senza andare nell'ufficio preposto, ma
collegandosi via internet a uno sportello virtuale.
I siti web ci sono, e le misure di sicurezza pure. Anzi, in alcuni comuni gli sportelli virtuali
sono già una realtà, almeno in parte, ma è una pratica che va diffusa a macchia d'olio, io
direi in maniera virale.
Ci vuole un progetto per "obbligare" i comuni e tutte le istituzioni che abbiano sportelli
per il pubblico a organizzare uno sportello virtuale dove ricevere le richieste dei cittadini
e accettare i pagamenti on line per le marche da bollo.
I documenti poi saranno inviati via posta elettronica certificata a garanzia di avvenuta
consegna. Se ci fosse la volontà di agire in tal senso, in meno di sei mesi tutti i comuni
d'Italia potrebbero offrire un servizio del genere. Le conseguenza sarebbero: uffici meno
intasati, meno traffico in città, meno stress per tutti, il cittadino sarebbe più contento, gli
impiegati pure, e la nostra PA avrebbe fatto un passo in più verso l'eccellenza.


---------------------------------------------------------------------------------------------

I miei interventi tratti da
La carica delle 101 - Idee per una PA migliore" - FORUM PA EDIZIONI, marzo 2012.

0 commenti:

Posta un commento