giovedì 4 ottobre 2012

Meglio abrogare che modificare le leggi.

Sono uno di quelli che sostiene che dobbiamo imparare a fare le leggi come si deve.

Anche se non lo condivido al 100%, ma mi trova d'accordo su alcune questioni, un editoriale di oggi su FORUMPA mi ha confermato che non sono il solo a pensare che il settore sia da rivedere seriamente.

"Quel che succede è emblematico: mentre moltiplichiamo le leggi, sempre più dettagliate e potenzialmente “decisive”, scopriamo candidamente che le norme che c’erano che, se applicate, avrebbero già cambiato il volto delle amministrazioni, rimangono ancora totalmente lettera morta."

Io sono convinto che al contrario, in alcuni casi, certe leggi debbano essere cancellate del tutto e ricreate da zero, in modo semplice e non interpretabile (vedasi il mio post sulla cittadinanza) . E non solo...

Tutte le leggi, che modificano quelle precedenti le dovrebbero anche abrogare.

Abrogare le leggi, non modificarle

Uno dei problemi principali nella P.A. è quello di capire come interpretare un articolo di legge, alla luce di leggi precedenti, o alla luce di eventuali sentenze dei tribunali. Vatti a ricordare tutto! E' una "mission impossible", dove il pericolo di commettere errori od omissioni è abbastanza alto.

Non è così che funziona un sistema semplice ed efficace.

Una soluzione, drastica, ma semplice, e che ogni articolo n.1 di nuove leggi, che modifichino una determinata materia, ne dispongano la abrogazione. 

Art. 1: "Questa legge abroga tutte le leggi precedenti in materia"

Ovviamente ciò farà lavorare di più i legislatori, ma solo "al primo giro". Dal secondo in poi, basterà riportare la legge così come è ed aggiungere o modificare quello che si vuole.

Non più ricerche infinite su leggi, leggiuzze, circolari, sentenze. Tutto, in una sola legge, che se corretta, annulla quella precedente e non deve essere più controllata.


Ma per ora é proprio vero. Un Paese con la tradizione come il nostro, non è ancora in grado di fare leggi che possano essere rispettate in maniera semplice e chiara.  Siamo troppo complicati, troppo imprecisi.

Ci vuole proprio una "System Review"!

0 commenti:

Posta un commento